Le festività stanno per iniziare e tutto ciò che rimane da fare alla funzione HR è ricordare il calendario dell’eventuale periodo di chiusura aziendale e pianificare il rientro delle persone in ufficio.

È stato sicuramente un anno molto impegnativo per chi si occupa di risorse umane in azienda – e se le previsioni del 2021 che già circolano in questi giorni si avvereranno, ci attenderanno tempi ancora più “interessanti”.

Quindi, quando le persone di HR torneranno dalle festività quali saranno i problemi in cima alla loro agenda?

Ecco il nostro elenco della “Top Five” dei problemi che terranno occupati i senior manager e le risorse umane nel 2021.

1. La salute dei dipendenti

Il contesto sanitario sarà ancora un’emergenza almeno per la prima parte del 2021. Le imprese dovranno quindi prestare molta attenzione ai modi per

 garantire la salute e il benessere dei dipendenti

Le difficoltà dell’anno 2020 hanno avuto un forte impatto sui dipendenti e sul livello di stress sul posto di lavoro. Le risorse umane devono aiutare l’azienda a riesaminare l’organizzazione del lavoro per assicurarsi che sia il più flessibile ed efficiente possibile.  Ma le aziende devono anche attingere ad alcune delle ultime riflessioni sulla resilienza e trovare nuovi modi per supportare i propri dipendenti.  Soprattutto in un momento in cui molte persone temono ancora per il loro lavoro, il management deve assicurarsi che l’azienda abbia una cultura adatta ad affrontare il “mare in tempesta”.

2. Colmare il divario generazionale

Recenti ricerche hanno dimostrato che non è sicuramente solo una questione di buona volontà far lavorare insieme in armonia la Generazione X e i loro colleghi della Generazione Y. Una delle sfide principali sarà trovare il modo di colmare il divario generazionale e gestire le esigenze contrastanti delle diverse fasce d’età che ora popolano l’ambiente di lavoro.

 Trovare il giusto equilibrio sarà fondamentale

Le aziende devono trovare il modo di attrarre i giovani talenti che garantiranno il loro futuro, massimizzando al contempo le competenze dei dipendenti più maturi che lavoreranno più a lungo dei loro predecessori e la cui esperienza e contributo sono inestimabili.

3. Utilizzare meglio la tecnologia

Nel Natale in cui si registra la crescita maggiore di regali tecnologici, numerosi sondaggi dimostrano che sono ancora molte le aziende che non stanno ancora utilizzando la tecnologia che potrebbe rendere il loro lavoro molto più semplice. Il software HR ora consente di

automatizzare molte delle attività ripetitive che richiedono così tanto tempo.  

I sistemi HR che possono aiutare l’azienda a gestire le assenze, tenere traccia delle ferie e monitorare la gestione delle performance, senza bisogno di competenze specialistiche, sono ora ampiamente disponibili.  Grazie all’avvento del “cloud”, il prezzo della tecnologia è sceso enormemente negli ultimi anni ed è alla portata anche delle PMI. Per le aziende che sono state lente nell’adottare i sistemi HR, è tempo di superare le diffidenze e mettere un nuovo software HR in cima alla lista dei desideri per il 2021.

4. Sfruttare i social media

Le risorse umane hanno avuto a lungo un rapporto difficile con i social media, ma lockdown e lavoro da remoto hanno spinto a mettere da parte le resistenze e abbracciare i social tool esistenti e quelli emergenti.  Quest’anno si è parlato molto di come le risorse umane potrebbero uscire dal loro ruolo di “tutore” per diventare un “abilitatore” nel settore.  Alcuni dei nuovi strumenti social forniscono un veicolo privilegiato per le persone HR che vogliono fare questo cambiamento. 

I nuovi portali HR social di Cezanne HR

ad esempio, rende più facile per i dipendenti collaborare e condividere idee e approfondimenti in uno spazio virtuale.  Fa tutto parte di una tendenza continua verso ciò che viene soprannominato cloud-storming.  Significa che le persone possono aggiungere nuove idee man mano che si verificano piuttosto che dover essere “creative” su richiesta, contribuendo ad evitare i classici problemi di persone che dominano le conversazioni togliendo spazio alle altre.  Il 2021 è il momento per le risorse umane di uscire dalla zona di comfort e aprire la strada all’utilizzo di questi strumenti social innovativi nella propria pratica quotidiana, incoraggiando al contempo il resto dell’azienda a seguire l’esempio.

5. Al passo con la legislazione sul lavoro

L’anno prossimo si procederà a una serie di modifiche significative in tema di legislazione sul lavoro – e sarà fondamentale che i responsabili delle risorse umane e gli imprenditori ne colgano nel più breve tempo possibile le ricadute più importanti.  Non solo lavoro agile, saranno tanti i temi che occuperanno l’agenda HR, a partire dalle nuove tipologie di contratti, diritti occupazionali, richieste di salario minimo eccetera.

Su quali altre aree pensate che le risorse umane e il management dovrebbero concentrarsi nell’anno a venire?  Fateci avere le vostre riflessioni – e nel frattempo auguriamo a tutti voi Buon Natale e felice anno nuovo.

Articoli recenti