Articolo pubblicato il 27 - 05 - 2020

Sono trascorsi tre mesi dall’inizio dell’emergenza sanitaria legata al Coronavirus e stiamo entrando in una fase molto incerta durante la quale verificheremo, giorno per giorno, se le misure adottate funzionano oppure no.

La motivazione del personale, dopo mesi di lockdown e in questo clima di incertezza, diventerà un tema sempre più centrale per chi si occupa di HR in azienda, soprattutto nelle PMI. Come stanno le persone che lavorano per la nostra organizzazione? Quanto questo momento particolarmente difficile sta incidendo sugli aspetti motivazionali e, conseguentemente, sulla produttività?

Siamo ancora al primo innamoramento (pieno di entusiasmo e desiderosi di piacere) o la passione ha iniziato a diminuire (stiamo perdendo il nostro fascino)? Nel lavoro – come nella vita – a volte può essere difficile mantenere a lungo interessante e stimolante una relazione. Ma, come ogni rapporto, occorre lavorare ogni giorno per tenere assieme le persone, in particolare nei momenti più difficili, quando le cose sembrano andare tutte nel verso sbagliato.

Cosa può fare il management di una piccola e media azienda per mantenere alto l’engagement dei dipendenti, in particolare in un momento come quello attuale in cui le motivazioni economiche più tradizionali non possono essere utilizzate? Ecco i nostri consigli per tenere alta la motivazione dei dipendenti ai tempi del Covid-19:

  • Parla con loro: assicurati che i dipendenti sappiano cosa ci si aspetta da loro e dove si desidera che concentrino i loro sforzi. Coinvolgili in discussioni su modi nuovi e diversi di affrontare il lavoro da remoto. Il personale in prima linea conosce i dettagli su come funzionano le cose e può dare buoni suggerimenti su come affrontare le attività in modo più efficiente in un contesto totalmente nuovo imposto dallo smart working. E, naturalmente, essendo una loro idea, i dipendenti saranno entusiasti di implementare i cambiamenti proposti.
  • Scopri cosa li motiva davvero: chiedi alle persone cosa amano fare e su cosa si ritengono più capaci (spesso è la stessa cosa). Dai loro l’opportunità di lavorare di più nelle aree che piacciono e dove eccellono, piuttosto che obbligarli a concentrarsi su ciò che non piace. Fai lo sforzo di scoprire se hanno altre competenze e talenti che non stanno usando nel loro ruolo attuale, ma che potrebbero essere impiegati in altre aree del business.
  • Costruisci la fiducia: occorre mantenere totalmente aperte le linee di comunicazione, soprattutto durante i periodi di incertezza come quello attuale. Se i dipendenti sentono di essere tenuti all’oscuro di possibili cambiamenti, possono facilmente preoccuparsi e distrarsi. Anche se non puoi dare un quadro completo o fornire tutte le risposte, assicurati di offrire aggiornamenti regolari sulla situazione aziendale in modo che le persone si sentano informate e coinvolte.
  • Mostra il tuo apprezzamento: quando è stata l’ultima volta che hai ringraziato i tuoi collaboratori? A volte basta mostrare un semplice apprezzamento per un lavoro ben fatto. Nei momenti in cui i budget sono limitati, occorre trovare modi nuovi e creativi di premiare il personale per gli sforzi fatti, che spesso sono maggiori proprio in questi momenti. Trova modi a basso costo per aiutare le persone a sviluppare le loro competenze (mentoring, flessibilità nell’orario, scambi formativi tra dipendenti). Dai loro il tempo libero di prendere parte ad un progetto di beneficenza di loro scelta, o legato ad una iniziativa aziendale per supportare l’emergenza sanitaria.
  • Keep it fun!: rendere il lavoro divertente è ancora più importante in questi momenti particolarmente tristi. È dura là fuori e tutti stanno lavorando sodo per combattere il virus, quindi aiuta a trovare modi per alleggerire l’atmosfera. Organizza eventi sociali virtuali tra i diversi team e fornisci l’opportunità di celebrare i successi insieme. Assicurati di segnare tutte le ricorrenze ed altre importanti occasioni e non lasciare che l’ambiente si faccia “pesante”, evitando che le persone sentano di non poter ridere e che sia poco appropriato scherzare insieme.
  • Metti a disposizione gli strumenti adeguati: le persone in smart working devono continuare a percepire la vicinanza dell’azienda e con i colleghi ed avere sempre a disposizione le informazioni loro necessarie. Fare in modo che abbiano accesso ai dati anche da casa, farà sì che si mantenga una relazione trasparente tra dipendente e management. Per esempio, in un periodo in cui in molte realtà si è fatto ricorso più del solito a ferie o congedi, è opportuno che ciascun collaboratore possa accedere in autonomia al proprio residuo ferie o inoltrare una richiesta di assenze. I sistemi di gestione del personale cloud fanno al caso tuo, permettendo a tutti di avere a disposizione le informazioni necessarie ovunque si trovino.

E voi? Cosa avete fatto in questo periodo per motivare i vostri collaboratori? Fateci avere le vostre.